Sound Of metal

Ruben è un batterista professionista (ex tossicodipendente) che suona nel duo metal Blackgammon, insieme alla sua fidanzata con la quale vive e viaggia in tour lungo l’America.
da un giorno all’altro si ritrova ad essere completamente sordo, senza se e senza ma, senza un preavviso, nulla.
Il trauma che lo investe e piano piano si trasforma in autentico percorso di vita lo (e ci) accompagna durante tutta la pellicola.

R. decide di andare in un rifugio rurale per tossicodipendenti sordi, ci va ma rifiutando inizialmente di adattarsi ad un mondo al quale non gli sembrava di appartenere.

Come era prevedibile poi la sua integrazione nel gruppo durante le settimane sarà talmente forte che diventerà un punto di riferumento per l’intera comunità.

Ma la comunità non è abbastanza e capirete poi il perchè.

Questo è un film che è stato girato in 4 settimane, la maggior parte degli attori non sono professionisti e credo sia proprio questo l’ingrediente in più che permette a Sound Of Metal di essere intimo, puro nell’interpretazione e lento.

Perché penso che il messaggio che voglia lanciare sia il più veritiero possibile, senza troppi orpelli, senza musica, perché nella vita vera non ci sarebbe.

I punti che mi hanno colpito di più sono quelli in cui nessun suono si sente, nessun rumore. Ruben è in mezzo alla folla o in cucina a preparare la colazione e non sente nulla, è tutto molto ovattato e poi nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.